Undersea Warriors: immersioni subacquee come cura per i PSTD

Undersea Warriors è stata fondata da un veterano della Marina da 20 anni, Karl Whiteman, che conosce in prima persona le difficoltà relative all’affrontare i disturbi da stress post-traumatico. Anche le famiglie, spesso dimenticate, soffrono per le ferite invisibili della guerra. Sua moglie, Patti, suo figlio, Dakota e sua figlia, Kaylinn, conoscono in prima persona chi soffre quotidianamente di disturbi da stress post-traumatico, e ne sono intimamente colpiti, il che guida la loro missione personale di trovare una cura. O, se non si trova una cura, per ridurre significativamente i sintomi, al fine di creare una vita migliore.

È stata una lezione di “Discover Scuba” seguita da Karl che ha aperto i suoi occhi sui benefici della "terapia" subacquea e ha alimentato il desiderio di usarla per guarire gli altri veterani. Questo desiderio di guarire chi è ha preso parte ad operazioni militari e che ora soffrono di disturbo da stress post-traumatico è ciò che ha motivato la famiglia Whiteman a fondare Undersea Warriors.

La loro missione è curare i veterani che soffrono di disturbo da stress post-traumatico correlato al servizio militare tramite immersioni adattive (arto amputato/paralizzato o lesioni del midollo spinale), ricreative e dedite alla tutela dell’ambiente marino.

Undersea Warriors paga il corso online Open Water Diver e Nitrox (Enriched Air) dei veterani e dei loro compagni di immersioni, l'attrezzatura a noleggio e le tasse dell'istruttore, oltre a fornire a chi ne ha bisogno un'indennità per acquistare la propria attrezzatura personale (snorkel, maschera, pinne e stivali).
Al giorno d'oggi Undersea Warriors realizza attività negli Stati Uniti, nel Golfo del Messico e nel Mar dei Caraibi.

Non è tutto. Undersea Warriors realizza anche importanti progetti di citizen science.

Per saperne di più, visita:
www.underseawarriors.org

O contatta:
info@underseawarriors.org
210-412-2955

By Stefano Bellomo