Difendere la biodiversità del Santuario Pelagos

L’associazione Delfini del Ponente APS nasce nel febbraio 2020 grazie all’interesse per la salvaguardia del mare e delle sue creature di un gruppo di 7 giovani con competenze legate alla ricerca scientifica e non solo. Questo progetto, nato dal basso grazie ad una campagna di crowdfunding e al coinvolgimento di alcune imprese locali, mira a monitorare la presenza dei tursiopi (una specie di cetacei) e di altra fauna marina nelle acque tra Capo Noli e il confine di Stato a poca distanza dalla costa.

Delfini del Ponente APS ha l’obiettivo di approfondire la conoscenza dell’ambiente marino, al fine di tutelare la biodiversità e favorire una migliore coesistenza tra attività umane e salvaguardia del patrimonio naturale. Il Team, capitanato da Davide Ascheri ed Elena Fontanesi, mediante attività di ricerca scientifica, mira ad individuare aree di importanza naturalistica, sia marine che terrestri, al fine aumentarne il livello di tutela e valorizzazione, realizzando anche importanti campagne e iniziative di sensibilizzazione della popolazione locale.

Le attività di monitoraggio vengono svolte nel ponente ligure, in provincia di Imperia e Savona, all’interno del Santuario Internazionale dei Cetacei Pelagos a bordo di un gommone di 5,5 m che ospita ricercatori e stagisti. Vengono svolte circa 10 uscite al mese nel corso di tutte le stagioni al fine di avere un quadro chiaro e dettagliato sulla presenza dei tursiopi, sulle interazioni tra questi animali e le attività umane e sulle dinamiche di interazione fra i diversi individui. La tecnica principale utilizzata, la foto-identificazione, permette, in modo non invasivo, di identificare i singoli animali incontrati grazie alle fotografie della pinna dorsale e alla creazione di un catalogo in cui inserire e, successivamente, riconoscere i tursiopi avvistati.

I primi risultati hanno permesso di identificare il tursiope, un tempo considerato abitante occasionale del Ponente Ligure, tra i fruitori regolari dell’area. Altro pilastro delle attività di ricerca riguarda la raccolta dati di uccelli marini. Tra le tantissime specie, alcune stanziali, altre migratrici, che si possono incontrare nel Ponente Ligure, sono state osservate berte maggiori, berte minori, sule e beccapesci, solo per citarne alcune. Sulla loro presenza nell’areale ci sono informazioni datate e frammentarie, salvo alcune eccezioni. Per questo, durante le uscite di monitoraggio cetacei, vengono raccolti dati sulla presenza e sui comportamenti dell’avifauna avvistata. Tantissimi sono gli avvistamenti raccolti finora, compresi alcuni di specie meno comuni quali il pulcinella di mare e il labbo codalunga.

Il progetto coinvolge, inoltre, stagisti di diverse nazionalità che trascorrono un periodo di almeno 30 giorni ad Imperia partecipando ad ogni fase della ricerca fianco a fianco con gli esperti di Delfini del Ponente, dalla raccolta dati in mare alla loro elaborazione.

Molti sono gli eventi aperti alla cittadinanza che sono organizzati dal team di Delfini del Ponente, perfettamente in linea con la loro nobile ed importante mission di educazione ambientale. Tra questi: campi estivi, attività di snorkeling, birdwatching, mostre fotografiche ed eventi sportivi come veleggiate e lezioni di yoga, il tutto, quindi, sempre a stretto contatto con Madre Natura.

Per scoprire di più sulle attività di Delfini del Ponente e per prenderne parte, dai un’occhiata ai loro canali:

Website: www.delfinidelponente.it

Instagram: Delfini del Ponente

Facebook: Delfini del Ponente

By Stefano Bellomo